venerdì 30 settembre 2011

130/365 photoproject


il bozzoluto

il bozzo è notevole...ma mi sa che la testa è più dura del muro...stiamo benone!

naza

giovedì 29 settembre 2011

129/365 photoproject



serate alternative

'mamma, ti aspetto giù di sotto'

seguono nell'ordine:
 rumore di testa che sbatte contro muro.
2 secondi di silenzio.
urla disperate.
mia mamma che dice 'pietro devi stare attento o finisce che ti fai male veramente. vieni qua, fammi vedere'
e poi sempre mia mamma 'oh ma c'è del sangue!'
e poi il delirio.

pietro ha sbattuto sullo stipite di marmo della porta. sullo spigolo dello stipite credo. perchè in fronte ha praticamente un buco...a forma di spigolo -.-

correre al pronto soccorso alle sei di sera, nell'ora di punta, non è poi così divertente. soprattutto se mentre guidi tuo figlio urla disperato dietro di te e tu non ti puoi girare per guardare come sta.
mia mamma, che è seduta dietro con lui, chiede a me, che guido, se vedo cose incastrate nella ferita -.-

al pronto soccorso inizia un'esperienza che definirei tragi-comica.
la sala d'aspetto è affollata. molte persone anziane, un paio di ragazzi con tagli iper sanguinanti su gambe e braccia (e un pallore facciale preoccupante), altre persone con disturbi non identificabili.
arrivano simo, andre e mio papà.

mi guardo attorno e mi metto in fila per l'accettazione.
dover andare al pronto soccorso è già una cosa spiacevole di suo. solitamente non ci si va perchè non si ha null altro da fare. ma la cosa che più mi disturba è il senso di sconforto e abbandono che arriva non appena varchi quella porta. sembra che nessuno, tranne gli altri pazienti che aspettano, ti calcoli anche manco di striscio. tutti hanno qualcos'altro da fare, e per carità sarà pure vero, ma nessuno ti degna di uno sguardo, o di una parola.
provo ad attirare l'attenzione di un'infermiera, giusto per capire se devo aspettare in fila, o se con un bimbo che urla la procedura è, come dire, un pò più rapida. tutti evitano il mio sguardo...
bene, resto in fila. ma la fila non si muove. i due indiani che sono all'accettazione stanno facendo la loro anamnesi completa all'infermiera, che annota scrupolosamente tutto sul pc. ma hanno talmente tanti episodi rilevanti da raccontare, che secondo me sono ancora là che continuano con la loro storia.
succede una cosa strana. pietro, che fino a quel momento aveva praticamente sempre pianto, smette e comincia a calmarsi.
nel mondo del contrario, dove viviamo, un'infermiera si alza dalla sedia dopo una trentina di secondi e dice 'mi sembra di aver sentito un bambino'.
oh evviva! se bastava farlo smettere di piangere per attirare l'attenzione di qualcuno...

in realtà, nel momento in cui i paramedici cominciano ad occuparsi di te, ti accorgi che in quel posto lavorano anche persone davvero brave!
l'infermiera infatti è dolcissima, e super efficiente. riesce a controllargli la ferita e a disinfettarlo senza che lui proferisca parola. 'vedi pietro, l'acqua magica che c'è qui dentro ti pulisce da tutto lo sporco che è entrato nella tua ferita. e poi ti metto una benda, così finchè aspetti il dottore fai finta di essere un pirata!'

pietro è quasi entusiasta e comincia a raccontarle la storia della sua vita. 'io ho 3 anni...così vedi...' (e tira fuori 2 dita). 'stavo facendo un salto fuori sui gradini e sono caduto'

poi comincia ad indicare all'infermiera tutti i piccoli graffietti che ha tra dita e ginocchia e le chiede di mettere l'acqua magica anche su quelli  'così poi guariscono'. l'infermiera sta al gioco, e passa il disinfettante ovunque lui le indichi.

mentro sono li inginocchiata per terra vicino a lui, mi si avvicina un signore con la faccia disperata.
'la prego mia moglie sta male....può venire a vederla? non ce la fa più a star lì seduta'
lo guardo con faccia stupita, e poi intuisco che mi ha scambiata per un'infermiera, perchè io oggi ovviamente indosso pantaloni bianchi e t-shirt bianca -.-
'no mi scusi, deve chiedere ad un'infermiera' gli rispondo
'la prego! non so più che fare!'
lo sconforto aumenta. cerco l'infermiera che ha medicato pietro...ma è già scomparsa...
il signore sconsolato si risiede accanto alla moglie. e aspetta.

torniamo a sederci, in attesa che chiamino il nostro numerino con priorità alta.
comincio a spigare a simo cosa mi ha detto l'infermiera e mi accorgo che la sua faccia è verde.
'simo, ti senti bene?il tuo colorito è in tono col pavimento -.-'
'non molto, credo che sto per svenire'  e parte alla ricerca di un bagno.
andre piange disperato, perchè è preoccupato per suo fratello.
pietro invece è tranquillo. e comincia lo show.



...





'mamma, mamma...fammi una foto mentre piango! così facciamo finta che sto male e che sono in ospedale!'
(si amore, ma in ospedale ci siamo davvero, non è che facciamo finta....penso sconsolata)



'guarda, faccio finta che ho le lacrime e le sto asciugando. fammi una foto!'                                          (oddio ho creato un mostro O.O)



poi si alza, si avvicina al ragazzo con la gamba sanguinante e gli chiede 'ti sei fatto tanto male? guarda, anch'io mi son tagliato, ma mi hanno messo la benda!'  il ragazzo gli sorride dolcemente.
e così la signora vicino, a cui pietro sta già descrivendo dettagliatamente cosa gli è successo
'saltavo...e son caduto'

le facce delle persone intorno cambiano un pò espressione, sono un pò più serene, nonostante tutto. e io penso 'basterebbe così poco a rendere anche un posto così un pò più accogliente. basterebbe una persona che ti sorride, o che ti parla. ma non abbiamo i soldi manco per le garze, figuriamoci se ce li abbiamo per l'animazione.....'

le porte degli ambulatori si aprono e si chiudono di continuo, ma dentro regna la rilassatezza. i medici sembrano in pausa.
pausa??? al pronto soccorso??? con tutta sta gente???  mah...

pietro torna a sedersi.




finalmente ci chiamano. ci alziamo, ma la porta dell'ambulatorio si richiude. aspettiamo. si apre la porta, ma non succede nulla. ci risediamo. aspettiamo. 'ma dobbiamo entrare?' ci chiediamo. mah...e chi lo sa...
'nr. 51!'
'eccoci!'


abbiamo scampato i punti di sutura. la colla è più fica, e non fa male.
pietro è stato bravissimo. e (l'infermiera?) che l'ha medicato, ancora di più. lo distraeva facendogli tenere le buste delle garze. poi gli metteva un dito sul naso e gli chiedeva di tenerselo per impedire che scappasse. nel frattempo lei armeggiava con 'l'attack' sul taglio e lui, impegnato a tenersi il naso, non sentiva il bruciore.

la sua faccia però era tesa, e preoccupata.
non appena l'infermiera pronuncia le parole 'vado a cercare un giochino, che mi sembrava di averne visto qualcuno fuori', lui cambia espressione, e ride.
io gli sorrido e gli dico 'mamma mia pietro, hai cambiato faccia alla parola giochino!'
e lui immediatamente replica 'dottore! ha visto che ho cambiato faccia con la parola giochi??'
come dire...ci voleva tanto a tirar fuori sto benedetto gioco??
e io penso 'ma che figlio figo ho?? ahahhahah'

invece del gioco, rientrano due clown! due volontarie che fanno servizio in pediatria, e sono simpaticissime.
hanno tanti pupazzetti e marionette. e hanno pure le bolle di sapone, che soffiano ovunque incuranti del posto in cui si trovano! grandissime. pietro ride e le guarda ammirato mentre il dottore mi compila le carte e mi spedisce in pediatria per un controllo.




al quarto piano, il pediatra non ci mette molto a capire che pietro sta bene.

'pietro, mi fai vedere se riesci a camminare diritto?'

e lui inizia a marciare con uno slancio che lascia tutti a bocca aperta. braccia tese, ginocchia alte, e sorriso a tutta faccia. il dottore si mette a ridere e ci chiede dove l'abbiamo trovato un personaggio simile...
ma possibile che dopo tutto questo abbia ancora la forza di spirito di prenderci in giro?? eccerto! :)



ora dormono tutti tranquilli.

andre si è calmato e tranquilizzato, perchè vedendo suo fratello fare così, si è convinto che non c'era motivo di preoccuparsi. la sua sensibilità a volte è disarmante....ma è bellissima.

simo è crollato, sul divano. provato e stremato dalla vista di tutto quel sangue e dal suo senso di impotenza di fronte a suo figlio che sta male.

pietro dorme orgoglioso col suo cerotto. che fa figo un sacco ;)

e quindi vado a ninna pure io.   prima però recupero simo dal divano ;)

notte!

naza





mercoledì 28 settembre 2011

128/365 photoproject


dolcezze di bimbo


muguglii, sorrisi sdentati, bavina sul mento, e pieghe sulla pelle. esiste qualcosa di più dolce?
no, non credo...:)
stasera, dopo l'ufficio, sono passata da barbara. il suo bimbo cresce che è una meraviglia. e loro, tutti e tre, sono splendidi!

subito dopo sono schizzata a casa e ho accompagnato andre al corso per la prima lezione in piscina.
ora sono davvero esausta ....e me ne vado a ninna!!



naza

martedì 27 settembre 2011

127/365 photoproject

la stellina del mattino


non mi fermo mai a fare colazione al bar, ma stamattina ero consapevole che la giornata necessitava di un pò di dolcezza in più. e per fortuna che l'ho fatto!!!

naza

lunedì 26 settembre 2011

126/365 photoproject

open water dive

andre era emozionatissimo stasera...prima lezione corso sub!
yuppi!!! ;)

naza

domenica 25 settembre 2011

125/365 photoproject


il vittoriale


gita domenicale a salò. simo, pietro ed io. andre purtroppo non c'era.
avevamo voglia di aria aperta e quindi...lago di garda.
era tanto tempo che non andavo al vittoriale. i giardini sono splendidi e indicati per una passeggiata tranquilla in un pomeriggio di fine estate.
tutte le volte che andiamo da qualche parte, io e simo prendiamo un magnetino da appiccicare alla cappa della cucina. ne abbiamo tantissimi, e ciascuno ci ricorda un bel momento e un posto visitato assieme.
anche oggi volevo prenderne uno ma......no, non ce l'ho fatta proprio a portarmi a casa il magnetino del duce......pietà! XD

magnetino a parte la gita è stata piacevolissima e rilassante!










naza

sabato 24 settembre 2011

124/365 photoproject



pennichelle

giornata a casa dei miei, a ripulir la tenda prima di riporla in sgabuzzino fino all'estate prossima.
pimpa e allegra oggi erano poco attive. faceva caldo e loro, sdraiate in casa sulle piastrelle, si godevano il fresco e la tranquillità.



naza

venerdì 23 settembre 2011

123/365 photoproject



corse in libertà


energia pura in movimento...per scaricarsi...divertirsi...rilassarsi...

inizia il weekend!

naza






giovedì 22 settembre 2011

122/365 photoproject


pausa di mezza sera

dopo una giornata che non saprei se definire più pesante o più noiosa. forse pesante perchè noiosa.
mi sto un pò stancando di fare sempre le stesse cose, di sentire sempre le solite parole, di vedere sempre le solite facce.
devo trovare un rimedio a questo momento apatico, altrimento rischio di diventare insopportabile per i poveri cristi che mi stanno vicino. io già non mi sopporto più.....

ok....pausa finita....devo fare una torta!!!! :)

naza

mercoledì 21 settembre 2011

121/365 photoproject


























il pensatoio

 questo è il vialetto che c'è a fianco della nostra azienda, usato da me e dalle mie colleghe per la pausa sigaretta. 
non c'è molto in questo posto...anzi, a dirla tutta, non c'è proprio nulla. cemento sotto, cemento ai lati, cielo sopra (ma è una fettina minuscola...una strisciolina proprio). mi viene sempre un pò d'angoscia se porgo attenzione al luogo in sè, quando usufruisco del mio minuto d'aria.
visto le poche 'distrazioni' che offre, è il luogo giusto per pensare, per riflettere, o per trovare la soluzione a qualcosa che, dentro davanti al monitor, non arriva.
una sorta di luogo in cui 'il pensiero laterale' è più facile da raggiungere :)


ora che ho riletto mi sento tanto 'Pollyanna' in questo post....della serie: trova le cose positive anche se di positivo c'è ben poco -.-     mah....

naza


martedì 20 settembre 2011

120/365 photoproject


nonsense

oggi è stata una giornata pesante. mi sento quasi più stanca in questi giorni, che sono appena rientrata al lavoro dopo 1 mese di vacanza, che durante il normale periodo lavorativo.
sarà che è iniziata la scuola, e con lei i ritmi sono di colpo diventati frenetici...
sarà che domani è autunno, e le mezze stagioni scombussolano sempre un pò...
sarà che mi ero abituata fin troppo bene al relax di agosto...
sta di fatto che mi sento esausta ogni sera di più. e anche un pò priva di spinte...di quelle che mi fanno agire senza sentire la fatica, perchè devo fare cose stimolanti.
anche la mia testa è abbastanza vuota...pochi pensieri e quello stato di 'incanto totale' che sembra fermare tutte le manifestazioni vitali di corpo e mente.

ferma in macchina al semaforo, mentre andavo a prendere i bimbi questa sera, guardavo questo intreccio di linee e forme, uno sovrapposto all'altro...l'ho fotografato.
mi rendo conto che la foto in sè dice poco...però mi piace. cosa ci vogliamo fare?

naza


lunedì 19 settembre 2011

119/365 photoproject




perchè lui ci sta sempre!

ahahahahahahah....si capisce molto che oggi non avevo nulla da postare? :)

naza

sabato 17 settembre 2011

117/365 photoproject


il primo torneo della stagione


ricominciata la scuola, ricominciato il campionato, e gli annessi tornei.
oggi ci siamo sparati 3 ore abbondanti al campo delle tezze. c'era un caldo davvero fastidioso...asfissiante quasi. però il tempo è volato.
io non amo particolarmente il calcio...anzi devo dire che non mi piace proprio.
ma vedere i ragazzini giocare è davvero bello...ci mettono una passione che i professionisti se la scordano...giocano col cuore...danno tutto....ma soprattutto si divertono. e questo basta per conivolgere un'intera tribuna di persone che di calcio capiscono gran poco.

bene.

c'era anche pietro con noi.




prima così....



poi così....



poi ancora così....

per 3 lunghe ore...senza sosta....salendo e scendendo i gradoni delle tribune....e poi ancora correndo per tutta la lunghezza del campo....e poi ancora su...e giù.....un incubo....

è passata...meno male....la prossima volta mi porto l'etere...(scherzo ovviamente ;))

naza

venerdì 16 settembre 2011

116/365 photoproject

la 5^ cp


eccoci qui...in tutto il nostro splendore. quasi tutta la classe della maturità...18 anni dopo....e la nostra mitica proff di scienze sociali.
erano tanti anni che non le ritrovavo e, devo dire, che non  le ho trovate cambiate per niente!
gli anni, le esperienze e la maturità (ahuahuahua) non sono riusciti a scalfirci...siamo tali e quali...
è stata davvero una bella serata, allegra e a tratti pure esilarante.

grazie ragazze :)





naza

giovedì 15 settembre 2011

115/365 photoproject


il fotografo


che soddisfazione si prova a rubare uno scatto così?? proprio tanta!!

lui è il ns. fotografo...o meglio...il fotografo che si occupa della parte 'visiva' della pubblicità aziendale.
io detesto esser fotografata dagli altri (anche perchè sono fotogenica tanto quanto un carciofo...)
lui ha passato un'intera giornata da noi, qualche mese fa, a scattar foto ovunque e a chiunque!!

'dai su...ferma così...guarda che bella inquadratura...'   e poi rideva......e scattava...e rideva.....
io mi lamentavo, come sempre quando qualcuno mi punta addosso un obiettivo....e lui rideva...rideva, scattava, e fondamentalmente se ne fregava....ahahhahah

'no ma stai normale...continua pure a lavorare'
bhe certo....come fosse semplice lavorare con disinvoltura mentre uno a 20 cm da te scarica 8 rullini in 3 minuti.....-.-

oggi quando l'ho visto arrivare e montare l'attrezzatura mi son sfregata le mani e ...CLICK!!

e lui? ha avuto il coraggio di LAMENTARSI!!! ahahhahahahhahahhah

'no ma....continua a lavorare tranquillo!!!non ti curar di me!!'

fortunatamente il ns. fotografo ha il senso dell'humor, e mi ha anche autorizzato a pubblicarla!

giuliano, non sarà al tuo livello....però che soddisfazione!!!!! :)

naza

mercoledì 14 settembre 2011

114/365 photoproject


tardi


qui ieri c'era un campo di granoturco. con le piante altissime, tutte secche color oro. era davvero bello, e ieri sera ho apppunto pensato...'domani quando esco dal lavoro mi fermo e faccio un pò di foto'

-.-

naza

martedì 13 settembre 2011

113/365 photoproject




society

it's a mistery to me
we have a greed
with which we have agreed

you think you have to want
more than you need
until you have it all you won't be free

society, you're a crazy breed
I hope you're not lonely without me

when you want more than you have
you think you need
and when you think more than you want
your thoughts begin to bleed

I think I need to find a bigger place
'cos when you have more than you think
you need more space

society, you're a crazy breed
I hope you're not lonely without me
society, crazy and deep
I hope you're not lonely without me

there's those thinking more or less less is more
but if less is more how you're keeping score?
means for every point you make
your level drops
kinda like its starting from the top
you can't do that...

society, you're a crazy breed
I hope you're not lonely without me
society, crazy and deep
I hope you're not lonely without me

society, have mercy on me
I hope you're not angry if I disagree
society, crazy and deep
I hope you're not lonely without me 

society - eddie vedder


questa canzone ce l'ho nella testa da un pò di giorni. ovunque mi giro, qualunque cosa catturi la mia attenzione, ad eccezione dei miei affetti, mi riporta a questo testo.
la delusione e lo sgusto che provo in questo periodo sono davvero alti. alti al punto da rendermi apatica, da voler evadere, mettere la testa sotto alla sabbia per non vedere, per non sentire.
passerà credo, come tutte le cose...ritroverò gli stimoli e la voglia di dire che le cose cambieranno, che non è tutta merda....ma per ora continuo a canticchiare ....

'it's a mistery to me we have a greed with which we have agree...' 

naza

ps. se potete ascoltatela...la canzone intendo....è splendida

lunedì 12 settembre 2011

112/365 photoproject


eccitazione o rassegnazione?

mmmmmmm......primo giorno di scuola anche per andre. occhi assonnati, capelli rigorosamente spettinati, baffo di latte che spunta dalle labbra....

se questo è l'entusiasmo del primo giorno andiamo bene...
ma andre è come un motore diesel, gli ci vuole un pò per andare a regime ;)

verso le 14.00 l'ho chiamato, per sapere come fosse andata la mattinata.

'tutto bene mamma, tutto bene'

'che avete fatto amore?'

'ma nulla di che.....il professore ci ha chiesto di presentarci e di dire una cosa che ci piace'

'ah, bene....e te cos'hai detto?'

'mi chiamo andrea e mi piacciono le caramelle!'

'ehm...andre, tra tutte le cose che potevi tirar fuori...ti sono venute in mente solo le caramelle???'

'sì....perchè mamma??' 


ecco...appunto...perchè? in effetti ora che ci rifletto credo che questa risposta sia geniale ;)

naza

domenica 11 settembre 2011

111/365 photoproject



ponyo


anche oggi, visto che simo non stava ancora bene, ce ne siamo stati in casa.
ponyo sulla scogliera ci rapisce sempre...:)

naza


sabato 10 settembre 2011

110/365 photoproject


red roses


andare al mercato e comperarsi un bouquet di rose rosse non ha prezzo...
simo ha la febbre. di solito al mercato ci va lui, e i fiori me li prende lui :) vabbè dai..è lo stesso ;)

naza

giovedì 8 settembre 2011

108/365 photoproject


pensieri di prigionia


l'8 settembre a vicenza è festa. quindi oggi sono a casa con i bimbi.
la ditta di simo è di milano, e lui lavora prevalentemente a verona. quindi lui oggi non è a casa.

visto che non avevo fatto nessun programma particolare, ho trovato un pò di tempo per aprire un altro blog.
la cosa mi frullava nella testa già da un pò. e quindi eccolo, vi presento il mio nuovo spazio, dove siete tutti benvenuti :)

non vi anticipo nulla...così ve lo andate a leggere di là di cosa si tratta!! si intitola:


http://pensieridiprigionia.blogspot.com/     e questo è il link.

bhe...buona lettura!

naza


mercoledì 7 settembre 2011

107/365 photoproject


il primo giorno


ce l'abbiamo fatta! oggi primo giorno di materna!
l'abbiamo accompagnato tutti per l'occasione...io, simo, andre e anche la nonna.
appena entrato aveva uno sguardo curioso ma titubante. si guardava intorno, cercando di afferrare con lo sguardo tutte le cose nuove che vedeva: troppe e tutte insieme per esprimere qualsiasi tipo di commento.
i suoi compagni erano già seduti in salone e giocavano con i dinosauri.
i dinosauri??? ho visto bene? i dinosauri??  
questo è stato l'inserimento. ogni tanto alzava lo sguardo e ci chiedeva 'mi guardate?'
e poi rispariva tra le tante testine tutte uguali.

nella foto ha lo sguardo fiero...la borsetta appesa alle spalle che tocca terra....
ma lo volete vedere il fotogramma precedente?? tipo film che parte dalla fine per poi arrivare all'inizio della storia quando il film è agli sgoccioli....


'io questo grembiule non lo voglio mettere!!!!!!!'

ahahhahahahha.....il dottor Jekyll e Mr. Hyde !!!! :)

naza

martedì 6 settembre 2011

lunedì 5 settembre 2011

105/365 photoproject


se il buongiorno si vede dal mattino...


...come dire, non mi sembra sia stato un inizio così spendido...
primo giorno di materna...pietro ammalato.
ehm....bene: pietro 1 - scuola 0. palla al centro -.-

naza

domenica 4 settembre 2011

104/365 photoproject


note positive


oggi sono state proprio pochine. siamo saliti in macchina alle 10.30 questa mattina e siamo arrivati a casa questa sera verso le 21.00.  400 km in 10 ore e mezza credo sia un record -.-(pause comprese ovviamente)
tra i rientri dalle vacanze e il moto gp di s.marino l'autostrada era un lungo biscione che si muoveva a passo d'uomo, da fano a bologna...che incubo.
ci siamo consolati a gradara, con una passeggiata dentro le mura del castello, e un pranzetto su una terrazza panoramica. e poi subito via, perchè è venuto giù un diluvio d'acqua...vabè. a volte capitano le giornate storte! :)

naza




sabato 3 settembre 2011

103/365 photoproject

evviva gli sposi

fa caldo....fa estremamente caldo! peró c'è una bellissima atmosfera, di festa da paese, semplice e vera!

ma quanto sono belli?

naza

venerdì 2 settembre 2011

102/365 photoproject

on the way to pianello

domani si sposa libero, uno dei migliori amici d'infanzia di simo.
libero è di pianello, un paesino delle marche in provincia di pesaro-urbino. i nonni di simo sono originari di li, e simo ci passava con loro tutte le estati.
è in collina ed è un posto tranquillissimo, poco frequentato e sempre molto fresco.
stiamo andando appunto al matrimonio di libero.
da soli, senza i bimbi, come due fidanzatini....
il navigatore segna 200 km all'arrivo...speriamo di non prenderci a letto domattina!

naza